Peluche Mangia Paure Polli

Peluche Mangia Paure Polli

Codice 9191

Polli è un peluche davvero speciale, un peluche mangia paure. I peluche mangia paure o "worry eater", sono nati per mangiare i brutti pensieri dei bambini.

Ad esempio quando i bambini vanno a nanna, si spera...

Vedi altri dettagli del prodotto


Eta' consigliata: 3 +
Dim. prodotto: 23 cm

 € 16,90
Disponibile
  • Spedizione Gratis da € 79,90 Spedizione Gratis da € 79,90
  • Reso Facile entro 14 giorni Reso Facile entro 14 giorni
  • Pagamenti e sito sicuri Pagamenti e sito sicuri

Polli è un peluche davvero speciale, un peluche mangia paure. I peluche mangia paure o "worry eater", sono nati per mangiare i brutti pensieri dei bambini.

Ad esempio quando i bambini vanno a nanna, si spera sempre che facciano sogni felici e divertenti, e spesso è proprio così. Alle volte però capita che i piccoli non facciano sogni proprio sereni e allegri, è proprio qui che interviene il peluche mangia paure Polli.

Il peluche mangia paure, bruttino a vedersi, ma tanto colorato ha una cerniera al posto della bocca, i bimbi possono scrivere o disegnare le loro piccole ansie su un foglietto e poi metterlo nella bocca-cerniera di Polli.

Lei, ovviamente con l'aiuto di un genitore, penserà cosi a far svanire tutte le paure e i bambini si sentiranno più sicuri e sereni durante la notte.

Un'idea regalo originale per aiutare il bambino o la bambina ad esprimere e superare le proprie paure. Un modo simpatico che dà ai genitori la possibilità di comprendere le preoccupazioni e i piccoli incubi, cercando di interpretarli e risolverli.

Il peluche mangia paure è tra l'altro un metodo approvato dalla psicologia infantile. Il bambino esprime e affronta le sue paure fin dall'inizio, evitando che possano diventare problemi.

Pupazzo realizzato in morbido velluto e include un anello per l'aggancio alla culla o al passeggino.

Età consigliata: 3 anni +.

Dimensione: 23 cm.

Peluche originale Schmidt.

Recensioni

Scrivi la tua opinione

Peluche Mangia Paure Polli

Scrivi la tua opinione